ADINOLFI: “ELLAONE A MINORI, NORMA CONTRO LA FAMIGLIA”

“Sul territorio chiederemo ai farmacisti obiettori di non venderla”

Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia, risponde alla determinazione
dell’Aifa che ha posto in vendita la pillola Ellaone dei 5 giorni dopo senza ricetta medica anche per
le minorenni: “C’è un solo motivo che ha portato a autorizzare l’acquisto della pillola dei cinque
giorni dopo anche alle minorenni senza ricetta medica: vogliono tagliar fuori i genitori delle
giovanissime dalla consapevolezza del fatto e dalla decisione. È l’ennesima norma varata non solo
contro la vita, ma contro la famiglia come luogo educativo. Il Popolo della Famiglia si mobiliterà
sul territorio per chiedere ai farmacisti cattolici e obiettori di non rifornirsi di tale pillola e di non
venderla, visto che è un farmaco abortivo e come tale non potrebbe essere venduto fuori dagli
ospedali. Con un gioco verbale l’hanno chiamata contraccezione d’emergenza e il gioco è valso ai
produttori decine di milioni di euro l’anno di fatturato. Ma non si può continuare a permettere tutto
sulla pelle delle donne e dei bambini nascituri”.

Il P.d.F. di Prato nella scia delle parole del Presidente, aggiunge: “la Vita è un valore laico oltre la
Fede e ogni ideologia. L’aborto è una sconfitta della ragione e dei sentimenti a favore di un
ideologia laicista e consumistica”.


“Come è stato possibile stabilire per legge un termine entro il quale la vita non è tutelata?”

P.P. Pasolini

 1,499 totale visite,  2 visite di oggi